Mercoledì, 23 Agosto 2017
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Chester (UK), la città più accessibile in Europa

#Chester

La Commissione Ue ha assegnato l'Access City Award 2018: vince la britannica Chester, per il suo "impegno nel rendere accessibile il suo patrimonio storico e culturale". Al secondo posto Rotterdam, al terzo Jurmala. Una menzione speciale anche per una città italiana, Alessandria.

La Commissione Europea ha assegnato alla britannica Chester l'Access City Award, ovvero il premio come città più accessibile d'Europa, grazie alle “sue misure inclusive per le persone con disabilità in differenti settori, in particolare il turismo”. Il premio è stato annunciato nell'ambito delle iniziative per la Giornata europea delle persone con disabilità del 29 novembre. 43 erano state le città candidate, da 21 Paesi dell'Unione europea. Pur non portando a casa la vittoria, come ha fatto lo scorso anno con Milano, anche questa volta l'Italia si è però distinta grazie ad Alessandria, che ha ricevuto un riconoscimento speciale per “l'impegno per l'accessibilità in condizioni finanziarie difficili”.

Primo posto: Chester (UK).

La città britannica “si sforza di rendere il suo patrimonio storico e culturale accessibile alle persone con disabilità – ha detto la commissaria Marianne Thyssen - Le persone con disabilità devono essere in grado di partecipare a tutti gli aspetti della vita senza limitazioni: sociali, culturali, economici, turistici, e altro ancora. Vorrei congratularmi con Chester l'impegno nel rendere la vita più accessibile per tutti. Rendendo i suoi principali siti turistici accessibili ai disabili, Chester dimostra che turismo accessibile per tutti e conservazione del patrimonio storico e culturale possono andare di pari passo. Ciò che merita una menzione speciale è che non solo il settore pubblico, ma anche le imprese private di Chester sono coinvolti in iniziative di accessibilità. La giuria europea ha particolarmente apprezzato le strutture e le misure destinate ai visitatori più gravemente disabili. Chester si distingue non solo per le sue misure i ntraprese finora, ma anche per il suo approccio a lungo termine e i piani ambiziosi per il futuro”.

Secondo posto: Rotterdam (NL).

“Persegue una vasta gamma di attività innovative, come la sensibilizzazione all'interno della comunità locale e progetti mirati alle esigenze specifiche di abitanti con varie forme di disabilità. poiché la normativa di accessibilità nei Paesi Bassi è molto completa, Rotterdam merita un riconoscimento speciale per essere in grado di soddisfare questi requisiti di alta qualità e realizzare l'accessibilità in tutte le politiche cittadine”.

Terzo posto: Jurmala (LV).

“La città colpisce per il suo costante lavoro al fine di garantire l'accessibilità sia ai turisti che visitano questa città termale, sia alla popolazione locale nei settori dell'occupazione, dei trasporti e dell'istruzione. Sostenere la vita attiva di cittadini disabili e anziani è stato al centro degli sforzi della città, che una vasta gamma di attività all'aperto e sportive. Le misure volte a offrire attività fisiche alle persone anziane e una crescente cooperazione con le Ong locali sono stati particolarmente apprezzati dalla giuria europea”.

Premio Smart City: Lugo (ES).

La città spagnola ha ottenuto la menzione speciale di Smart City, “in riconoscimento del suo approccio olistico e inclusivo alla disabilità, che coinvolge il settore privato e delle imprese in tutte le loro attività. Lugo conduce programmi di sostegno alla carriera e si avvale di nuove tecnologie della comunicazione, nella progettazione di politiche di accessibilità. Rivolge anche una particolare attenzione all'inclusione sociale delle persone anziane”.

Alla città svedese, Skelleftea, è andata una menzione speciale per l'impegno nel migliorare l'ambiente di lavoro delle persone anziane e disabili. “La giuria europea ha riconosciuto l'altissima percentuale di persone con disabilità nel mondo del lavoro. Skellefteå impiega infatti 20 persone con una buona conoscenza della disabilità, che sono responsabili della creazione di posti di lavoro per 700 persone con disabilità ogni anno”.

La città italiana di Alessandria è stata menzionata per l'impegno nell'accessibilità in circostanze finanziarie sfavorevoli “Le attività di Alessandria sono un esempio di come si possa fare molto con piccoli investimenti finanziari, ma grandi idee e pieno impegno, visto che la città pone l'accessibilità in cima alle sue priorità, nonostante i problemi finanziari gravi. Le attività in corso ad Alessandria includono iniziative di sensibilizzazione, inclusione sociale e costruzione di parchi giochi inclusivi.

Infine, la città portoghese di Funchal ha ricevuto un riconoscimento speciale per l'impegno nell'accessibilità in condizioni geografiche complesse. “Questa città isola, nonostante il duro terreno vulcanico, ha fatto in modo che tutte le spiagge, i siti turistici, i taxi, gli alberghi e gli spazi pubblici siano accessibili, in modo che i residenti e i visitatori con disabilità abbiano le stesse opportunità degli altri di godersi la vacanza”. 

(Fonte: PRESS IN)

L'informazione geografica e il geospatial è l'infrastruttura di base per la crescita delle smart cities, in special modo nelle città storiche.

Newsletter

Sottoscrivi la nostra newsletter. Non perdere alcuna notizia.

Non facciamo spam!

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo