Martedì, 17 Ottobre 2017
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Banda larga 5G per una smart city ancora più intelligente

Tecnologia 5G

Lo standard della tecnologia wireless futura sarà il 5G e da tempo diverse aziende stanno lavorando insieme per rendere il 5G disponibile prima del 2020. Questa tecnologia permetterà di collegare un numero di dispositivi che insieme al cloud computing e tecnologie legate ai big data, renderanno ancora più intelligenti le smart city che si stanno costruendo. Oggi si applica il 4G LTE con una velocità di download di circa 15 Mbps mentre domani con il 5G si potrà arrivare ad una velocità di circa 50 volte superiore.

Ma cosa vuol dire per una smart city e quindi per un utente finale avere disponibile una rete con il 5G?

Grazie alla rete 5G sarà possibile abilitare diverse funzionalità molto avanzate per gli utenti, per la società e le azienda, ad esempio sarà possibile:

  • avere un auto che si guida da sola;
  • far comunicare tra loro le automobili (ad esempio, se un auto è in prossimità di un incidente, questa informazione può essere inviata alle macchine che sono in arrivo);
  • far comunicare agevolmente tra loro autobus, fermate ed operatori di settore;
  • avere degli elettrodomestici intelligenti che si collegano tra loro e con l'utente, permettendo il monitoraggio fuori casa dei consumi di elettricità e l'utilizzo di servizi anche senza dover essere presenti in loco;
  • migliorare l'efficacia e la sicurezza dei servizi di emergenza (ad esempio, i vigili del fuoco potrebbero essere dotati di caschi in grado di inviare un video in streaming affinché in tempo reale le autorità di vigilanza ed i soccorritori siano in grado di gestire condizione particolarmente rischiose).


Diverse aziende multinazionali sono impegnate in progetti di sviluppo 5G in ambito europeo (i.e. EU METIS II, 5GXe, 5G PPP) e tra queste, troviamo la svedese Ericsson che sta guidando lo sviluppo della tecnologia 5G e stringendo delle partnership strategiche, come quella con il colosso Cisco.

Negli Stati Uniti, invece, si è un po più avanti in quanto si dovrebbero iniziare dei primi test sul 5G già durante il 2016 grazie a Verizon che confida di riuscire ad avere una buona parte di rete operante con il 5G entro il 2017.

(Fonte: SmartCitiesCouncil)

L'informazione geografica e il geospatial è l'infrastruttura di base per la crescita delle smart cities, in special modo nelle città storiche.

Newsletter

Sottoscrivi la nostra newsletter. Non perdere alcuna notizia.

Non facciamo spam!

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo