Venerdì, 15 Dicembre 2017
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

La mobilità urbana in una smart city

Mobilità urbana

La precedente settimana con l'articolo "L'impatto della città intelligente sul futuro dei trasporti e della mobilità urbana" abbiamo voluto evidenziare come non sia trascurabile l'attenzione sui trasporti e sulla mobilità urbana non solo da parte di professionisti del settore urbano ma anche da parte di accademici, imprese che lavorano con propri servizi nel settore della mobilità, da parte dell'Europa che eroga fondi specifici.

L'arrivo dei nuovi veicoli autonomi nelle nostre città rappresenta forse il più significativo sviluppo tecnologico della mobilità urbana dall'invenzione della macchina stessa. L'industria automobilistica vede tali veicoli come la chiave non solo per ridurre, ma anche per eliminare del tutto, gli incidenti e la congestione urbana. Tuttavia, al di sotto di questo livello vi si annidano una serie di questioni spinose relativi all'impatto dei veicoli autonomi, la sicurezza stradale e la responsabilità, la privacy e la sicurezza informatica, l'integrazione di tali veicoli con altre innovazioni "intelligenti" nel contesto urbano.

Una delle idee fondamentali di smart city è che i progressi nelle tecnologie dell'informazione consentono la pianificazione urbana e dei trasporti, avvalendosi di decisioni più mirate che utilizzano soluzioni basate sui dati.

La nostra comprensione di come il ruolo emergente della tecnologia e dei dati nelle nostre città possa coinvolgere la partecipazione pubblica nella pianificazione urbana e dei trasporti, è ancora limitata. Le tecnologie smart city possono dare una falsa indicazione, ovvero che la pianificazione urbana stia diventando semplicemente un problema relativo ad un'amministrazione efficiente, che porta ad avere approcci tecnocratici nel processo decisionale. Nonostante il potenziale di tali tecnologie per generare nuove forme di partecipazione dei cittadini e ridurre i divari di informazione tra i cittadini e le amministrazioni locali, un altro trabocchetto è che non tutti i gruppi sociali hanno ugualmente le competenze e le risorse adeguate per utilizzare queste nuove tecnologie da influenzare le decisioni di pianificazione.

In tale contesto, vi segnaliamo altri due podcast in lingua inglese:

Titolo: "Autonomous Vehicles - Beyond the Hype?"

Professor Paul Newman, Professor, Department of Engineering Science
Professor Graham Parkhurst, Director, Centre for Transport and Society, University of the West of England

Chair: Dr Nihan Akyelken, Departmental Lecturer, Department for Continuing Education

Podcast1

Titolo:"Smart Technologies and Public Participation in Transport Planning"

Dr Richard Kingston, Head of Planning and Environmental Management, University of Manchester
Dr Bryan Marshall, Research Fellow, Nominet UK

Chair: Dr Idalina Baptista, Associate Professor in Urban Anthropology, Kellogg College

Podcast2

(Fonte: Transport Studies Unit - Oxford)

L'informazione geografica e il geospatial è l'infrastruttura di base per la crescita delle smart cities, in special modo nelle città storiche.

Newsletter

Sottoscrivi la nostra newsletter. Non perdere alcuna notizia.

Non facciamo spam!

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo