Mercoledì, 16 Agosto 2017
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Bando PSR 2014 - 2020 a valere sulla Misura 6.4.02 per i contributi alla imprese agricole per gli impianti di energia da fonti alternative

Emilia Romagna

Attivato in Emilia Romagna, il bando per i contributi alla imprese agricole per gli impianti di energia da fonti alternative nel tipo di operazione - "6.4.02 Diversificazione attività agricole con impianti per la produzione di energia da fonti alternative".

Il bando prevede il sostegno per interventi nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole, in particolare per la realizzazione di impianti per la produzione, il trasporto, la vendita di energia e/o calore, rispondendo ai fabbisogni e favorendo la diversificazione delle attività agricole e agroindustriali per sviluppare le bioenergie a basse emissioni di inquinanti e promuovere l’utilizzo di sottoprodotti agro-industriali.

Le risorse stanziate sono state di 11.157.975,00

I beneficiari degli aiuti di cui al presente avviso sono gli imprenditori agricoli singoli o associati.

L'operazione è applicabile su tutto il territorio regionale nelle seguenti aree rurali: aree urbane e periurbane (zone A); aree ad agricoltura intensiva e specializzata (zone B); aree rurali intermedie (zone C); aree rurali con problemi di sviluppo (zone D);
Le attività ammissibili:

  • Realizzazione di impianti per la produzione, trasporto e vendita di energia e/o calore quali: centrali termiche con caldaie alimentate prevalentemente a cippato o a pellets (potenza massima di 3 Mwt); impianti per la produzione di biogas (potenza massima di 3 Mwt) dai quali ricavare energia termica e/o elettrica (compresa cogenerazione); impianti per la produzione di energia eolica (potenza massima di 1 Mwe);  impianti per la produzione di energia solare (potenza massima di 1 Mwe o 3 Mwt, sono esclusi gli impianti a terra); impianti per la produzione di energia idrica (piccoli salti – potenza massima di 1 Mwe); impianti per la produzione di biometano (potenza massima di 3 Mwt).
  • Impianti combinati per la produzione di energia da fonti rinnovabili: in tali impianti la parte termica dovrà avere potenza massima di 3 Mwt e la parte elettrica dovrà avere potenza massima di 1 Mwe; impianti per la produzione di pellets e oli combustibili da materiale vegetale; piccole reti per la distribuzione dell'energia e/o impianti intelligenti per lo stoccaggio di energia a servizio delle centrali o degli impianti realizzati in attuazione del presente avviso.

Il contributo viene dato in conto capitale e sarà pari al 50 % della spesa ammissibile. Il contributo minimo richiedibile è pari al 20%.

Scadenza per la presentazione della richiesta: 8 Novembre 2016.

L'informazione geografica e il geospatial è l'infrastruttura di base per la crescita delle smart cities, in special modo nelle città storiche.

Newsletter

Sottoscrivi la nostra newsletter. Non perdere alcuna notizia.

Non facciamo spam!

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo