Domenica, 25 Giugno 2017
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Nuova edizione del report del IlSole24Ore: la qualità della vita su 110 province italiane

Presentato il nuovo report 2015 sulla Qualità della Vita del IlSole24Ore che analizza le dinamiche sociali ed economiche su 110 province italiane, riunendo e confrontando diversi indicatori. 

Il rapporto considera sei ambiti, come il il tenore di vita, gli affari e il lavoro, i servizi, la popolazione, l’ordine pubblico ed infine, il tempo libero, rimanendo così legati in varie forme all’idea generale di qualità della vita.

Per ogni ambito, poi, vengono considerati diversi parametri: ad esempio nell’ambito delle valutazioni sul tenore di vita concorrono parametri come la spesa delle famiglie o il costo delle abitazioni; nella valutazione nell’ambito affari e lavoro sono presi in considerazione parametri come il numero delle imprese ed il livello di occupazione.

Particolarmente interessante è l'ambito relativo a servizi ed ambiente dove concorrono sia la qualità dei servizi disponibili sia le condizioni dell’ambiente. Alle valutazioni in questo ambito in particolare concorrono sei parametri:


Percentuale di popolazione raggiunta dalla banda larga 2-20 Mb o wireless a settembre 2015
Dotazione asili nido in rapporto all’utenza
Indice climatico (definito come differenza in gradi tra Tmax – Tmin) nel 2014/15
Indice Legambiente edizione 2015
Indice smaltimento cause civili
Sanità, tasso di emigrazione ospedaliera nel 2014

Ma vediamo nello specifico come sono andati i risultati:

La prima città classificata è Bolzano che ritorna al primo posto per la quinta volta in 26 anni di ricerca del Sole 24 Ore (dopo il 2012, il 2010, il 2001 e il 1995). La città segna ottimi risultati nelle aree dedicate al tenore di vita e al lavoro. Per esempio gode di un tasso di occupazione del 71 per cento contro una media nazionale del 56 per cento e ogni famiglia consuma in media 2.660 euro al mese, 700 in più della media. Ottiene buoni risultati anche per la popolazione: in particolare per l’indice di vecchiaia e la speranza di vita. Bolzano è poi prima per presenze agli spettacoli e tra le prime dieci per sport e spesa dei turisti stranieri.

Al secondo posto troviamo Milano che era stata all’ottavo posto nel 2014, salendo di sei posizioni. Ha guadagnato soprattutto grazie agli indicatori del benessere (le pensioni e il pil), dei servizi e delle opportunità di divertimento, mentre meno bene va sul fronte della sicurezza (una tendenza che comunque coinvolge tutti i centri più grandi o ad alta attrazione economica o turistica). Ricordiamo anche i risultati ottenuti con l'Expo 2015, con iCity Rate e con il premio sull'accessibilità, descritti dai nostri precedenti articoli.

Si è classificata terza, la città di Trento, che è stata sorpassata da Milano. Poi vengono Firenze, Sondrio, Olbia-Tempio, Cuneo, Aosta, Siena e, in decima posizione, Ravenna. La top ten è occupata dai centri del nord e del centro (con l’eccezione di Olbia-Tempio), di piccole o medie dimensioni (salvo il caso di Milano e, in parte, di Firenze), spesso situate lungo l’arco alpino (come Bolzano, Trento, Sondrio, Cuneo, Aosta). Tra le regioni più rappresentate, oltre alla Lombardia con Milano e Sondrio, anche la Toscana con il capoluogo Firenze che sale al quarto posto dal 16° del 2014 e con Siena stabile, nona come nel 2014.

Roma, la capitale d'Italia, si posiziona sedicesima, posizione che era occupata l’anno scorso da Firenze, arretrando di quattro punti rispetto al 2014.

Ultima classificata è Reggio Calabria che ha ottenuto dei bassi risultati nelle tre macroaree tenore di vita, affari e lavoro, servizi: alta è infatti la quota degli impieghi a rischio (36 per cento), basso il patrimonio familiare medio (193mila euro contro una media di 345mila), la quota di export sul pil (meno del 2 per cento), la dotazione di asili nido (coperto meno del 2 per cento dei bambini), pessimo il voto di Legambiente.


(Fonte: IlSole24Ore)

L'informazione geografica e il geospatial è l'infrastruttura di base per la crescita delle smart cities, in special modo nelle città storiche.

Newsletter

Sottoscrivi la nostra newsletter. Non perdere alcuna notizia.

Non facciamo spam!

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo