Venerdì, 28 Aprile 2017
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Una nuova sfida nel business: nasce un laboratorio italiano dedicato all'IoT

#Ericsson - Business Lab

Molte grandi multinazionali come IBM, Google, Intel, Microsoft, Cisco etc. sono sempre più legate al concetto dell'Internet of Things, tra queste vi è anche chi investe, come Ericsson, nella creazione di un vero e proprio laboratorio con il quale si andranno a sviluppare nuovi servizi, soluzioni e nuovi modelli di business.

All'interno del roadshow internazionale "Let’s turn ideas into realities", la multinazionale svedese, Ericsson, ha annunciato il lancio del suo primo Business Lab italiano nel proprio campus romano, dedicato all’Internet of Things (IoT), che va ad aggiungersi al Business Lab di Aachen in Germania, inserendosi così in progetto più ampio, ovvero quello di realizzare ulteriori spazi in Europa e in altre parti del mondo in cui industrie, sviluppatori di applicazioni e startup avranno a disposizione ambienti per test pre-commerciali e quindi potranno vedere le proprie idee diventare prototipi in tempi radpidi e a costi contenuti, creare demo personalizzate e consultarsi con gli esperti di Ericsson.

I Business Lab di Ericsson, che hanno accesso all’intero portfolio IoT di Ericsson – incluso il recente IoT Accelerator che integra piattaforme orizzontali ricche di funzionalità con servizi e un marketplace per la collaborazione e la monetizzazione - hanno già realizzato progetti innovativi, tra i quali la connected water, la casa intelligente, i trasporti pubblici e i parcheggi smart.

L’Internet of Things è un segmento in rapida crescita e, secondo il Mobility Report di Ericsson, ci saranno 28 miliardi di oggetti connessi entro il 2021, più della metà dei quali beneficeranno di connessioni IoT. Un recente studio di Gartner, inoltre, prevede che l’Internet delle Cose creerà un valore aggiunto di 1,9 trilioni di dollari entro il 2020. Elementi chiave della strategia sull’IoT di Ericsson, i Business Lab come quello di Roma supporteranno i progetti IoT dei clienti Ericsson, portando competenze globali a livello locale. I Business Lab sono progettati per supportare molteplici industrie, focalizzandosi inizialmente sulla sicurezza pubblica, le utilities, i trasporti e le smart cities.

Antonio Autolitano, Head of Core, IoT and Cloud, Ericsson Regione Mediterranea ha dichiarato: "Ericsson sta investendo per promuovere e abilitare l’intero ecosistema dell’Internet delle Cose. Mettiamo a disposizione i nostri tecnici e consulenti di business, oltre alle necessarie piattaforme software, per testare idee e aiutare a sviluppare prototipi." I Business Lab seguono un modello di open innovation, consentendo ai partner dell’ecosistema IoT come le startup e gli sviluppatori di collaborare con Ericsson e i suoi clienti per portare le loro innovazioni sul mercato.

Il nuovo IoT Lab garantisce alcuni vantaggi ai partner di Ericsson, tra cui:

  • Possibilità di sviluppare e testare dei proof of concept grazie ad alcune delle ultime soluzioni Ericsson come l’IoT Accelerator;
  • Gestire i dati generati dalle applicazioni e dai device attraverso qualsiasi tipo di stardard di connettività, sia cellulare (3GPP) sia non cellulare (Sigfox, LoRa);
  • Fare leva sulla Ericsson Connection Platform per gestire i dispositivi basati su SIM e le soluzioni software Cellular for Massive IoT di Ericsson, compreso il supporto per le tecnologie NB-IoT, LTE Cat-M1, EC-GSM per applicazioni Low Power Wide Area (LPWA).
  • Processi intuitivi per la registrazione di dispositivi e gateway, per il provisioning dei flussi di dati, per l’implementazione di regole e algoritmi e per l’utilizzo di soluzioni di big data analytics che consentono di trasformare dati in informazioni strategiche.

Ericsson offre una suite completa di connettività, servizi di abilitazione e trasformazione delle applicazioni, complementata da soluzioni e modelli validi per tutte le industrie, per aiutare clienti e partner a innovare e diventare più efficienti.

(Fonte: Ericsson)

L'informazione geografica e il geospatial è l'infrastruttura di base per la crescita delle smart cities, in special modo nelle città storiche.

Newsletter

Sottoscrivi la nostra newsletter. Non perdere alcuna notizia.

Non facciamo spam!

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo