Lunedì, 26 Giugno 2017
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Nasce l' "European cyber security organisation (Ecso)", il CNR di Pisa tra i primi soci fondatori

#Esco

Il 5 Luglio è stato firmato a Bruxells l'atto costituitivo del massimo organismo europeo sulla sicurezza informatica, la "European cyber security organisation (Ecso)" su impulso dell’Unione europea, e l’Istituto di informatica e telematica dell’Area della ricerca di Pisa del Consiglio nazionale delle ricerche (Iit-Cnr) che è tra i primi cinque soci fondatori.

L'Esco nasce come organismo europeo sulla sicurezza informatica per poter fare fronte alla necessità di riunire gli stakeholders in un'associazione che guidi le attività relative alla cyber security secondo le indicazioni contenute in Horizon 2020. La creazione di Ecso, si è resa necessaria anche per avere nuovi strumenti unitari per arginare quelle forme di crimine che usano i canali informatici per i propri scopi.

Ecso intende rivestire un ruolo essenziale per la promozione della ricerca ed innovazione sulla cyber security a livello europeo, favorendo la partecipazione di esperti per la creazione di una “European Cyber Security Strategic Research and Innovation Agenda”.

Tale agenda, una volta approvata dal comitato di programma di Horizon 2020, rappresenterà la guida cui si ispireranno tutti gli investimenti in Horizon 2020 (H2020), nonché quelli del successivo nono programma Quadro nel settore della cyber security quantificabili per circa 450 milioni di euro.

Gli scopi di Ecso sono:

  • promuovere la ricerca di sicurezza informatica europea, lo sviluppo, l'innovazione;
  • sostenere e utilizzare soluzioni europee di sicurezza informatica per lo sviluppo di un mercato unico digitale europeo (Digital Single Market), agevolando gli scambi tra le industrie di sicurezza informatica europee e favorendo l’incremento della domanda;
  • rafforzare l'autonomia strategica europea in materia di sicurezza informatica;
  • stimolare la competitività dell'industria europea della sicurezza informatica nel mercato globale;
  • sviluppare soluzioni europee per la protezione delle infrastrutture, nonché di servizi, per la protezione del cyber spazio e del mercato unico digitale.

Oltre alle pubbliche amministrazioni europee, centri di ricerca, anche le piccole e medie imprese e grandi industrie possono far parte di Esco, per maggiori informazioni clicca qui...

(Fonte: CNR)

L'informazione geografica e il geospatial è l'infrastruttura di base per la crescita delle smart cities, in special modo nelle città storiche.

Newsletter

Sottoscrivi la nostra newsletter. Non perdere alcuna notizia.

Non facciamo spam!

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo