Giovedì, 19 Ottobre 2017
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

La città di Perugia ed il suo carpooling, grazie all'approccio "CHUMS"

#CHUMS progetto

Negli ultimi 30 anni, uno dei principali obiettivi del Comune di Perugia nella sua vision per la mobilità è stato quello di trovare tutte le soluzioni possibili per deviare i flussi di traffico dal centro della città verso le aree suburbane al fine di migliorare la qualità della vita e preservare il patrimonio culturale di Perugia .

Attualmente, con un tasso di possesso di 687,3 autovetture di proprietà, la città di Perugia si è impegnata ad esplorare nuove alternative sostenibili al fine di ridurre il numero di auto private circolanti in città. Il progetto CHUMS integra le strategie di trasporto sostenibili di Perugia, rendendo i pendolari più consapevoli dell'esistenza e l'idoneità di carpooling per il loro viaggio di lavoro.

L’obiettivo strategico di CHUMS è molto semplice: attirare le persone interessate al carpooling, facilitare il loro incontro e conservarlo. Quindi, l'obiettivo è di mantenere un alto numero di utenti, di sviluppare e trasferire questo metodo ormai già dimostrato per generare un mercato importante e duraturo di carpooling in tutta Europa, affinché diventi un mezzo di trasporto usuale ed un metodo riconosciuto di mobilità per la pianificazione del trasporto.

La strategia "CHUMS" di modifica comportamentale include la "settimana carpool", la generazione di piani personalizzati di trasporto, con opzioni di carpool e la ”lotteria” della mobilità, per attirare sempre più persone verso il carpool. Tutto ciò ha comportato delle modifiche comportamentali significative nelle città, tra cui Perugia, in cui sono stati applicati: crescita del grado di occupazione dell’autovettura, riduzione del numero di macchine e riduzione significativa del consumo di energia.

Il progetto CHUMS ha sviluppato e sta fornendo una metodologia unica, ovvero l'approccio "CHUMS" per sbloccare una massima domanda di carpooling ed una massa critica di utenti. Lo si applica nei luoghi di lavoro, fornendo tre attività sequenziali, ciascuna di rinforzo per la sensibilizzazione del personale, la partecipazione ed il passaggio modale al carpooling.

  • Fase 1: Fornire una settimana carpool per aumentare la consapevolezza e il desiderio delle persone di provare carpooling, imparando a risparmiare sui costi associati.
  • Fase 2: Fornire servizi Personalizzati di Pianificazione Itinerario (PTP) ai dipendenti mettendo in evidenza ancora una volta le opzioni di carpooling.
  • Fase 3: Impostare un concorso "Mobilità Jackpot", dove un impiegato ogni settimana o mese potrebbe vedersi assegnato un premio carpool che viene poi comunicato attraverso il posto di lavoro.

La città di Perugia si propone di ampliare il suo "sistema di mobilità sostenibile", esplorando un nuovo approccio, impegnativo, che agisce direttamente sulle abitudini dei cittadini. Mentre tutti gli sforzi intrapresi finora dall'amministrazione sono orientati ai mezzi pubblici, CHUMS è un'opportunità per disegnare davvero sui singoli automobilisti la mobilità sostenibile. 

Tutte le 5 città del progetto CHUMS (Perugia, Leuven, Edinburgo, Craoiva e Toulouse) hanno già sistemi di carpool, in varie fasi di implementazione, che servono gruppi target ”chiusi”, nonché quelli del posto di lavoro, grandi datori di lavoro o università. Non appena l’efficacia sarà comprovata, l’applicativo sarà disponibile anche per i sistemi di gruppi ”aperti” di cittadini.

Il gruppo target per l'attuazione di CHUMS a Perugia è stato composto da due sotto-gruppi di dipendenti appartenenti al settore pubblico:

  • I dipendenti del Comune di Perugia
  • I dipendenti dell'Università di Perugia

I due sottogruppi formano una massa di oltre 1.600 soggetti che lavorano nel centro della città e non possono contare su adeguate aree di parcheggio forniti dal datore di lavoro. Per avere un quadro più chiaro delle abitudini di questi soggetti, un fatto significativo è degno di essere sottolineato: mentre Perugia ha il 50% dei pendolari che viaggia in auto come conducente e il 16% in auto come passeggero, i rispettivi valori per i dipendenti comunali sono 53% come pilota e solo il 5% come passeggero. La realizzazione del progetto CHUMS a Perugia è costruita su un pacchetto di misure di trasporto ad alta efficienza energetica e collaudate che supportano carpooling tra i datori di lavoro ed i loro dipendenti.

I risultati stimati in generale del progetto CHUMS dovranno essere:

  • Modifica delle mentalità delle persone che percorrono lunghe distanze verso il posto di lavoro, il cui effetto sarà un trasporto più efficace dal punto di vista energetico.
  • Il trasferimento verso un trasporto in comune per la popolazione attiva sul mercato del lavoro (>80% delle navette), i quali, attualmente, utilizzano da soli l’automobile.
  • Attrarre – rendere compatibile – e conservare più dipendenti possibili, per l’utilizzo del metodo carpool nel trasporto e dal lavoro.

Dai primi risultati, cosa si è imparato:

  • Assicurarsi di avere un forte impegno politico
  • Nominare "vincitori" visibili
  • Coordinarsi con altri dipartimenti ed aeree potenzialmente coinvolte nel successo del progetto
  • Garantire una piattaforma semplice e user-friendly affinchè venga utilizzato il carpooling
  • Costruire una massa critica significativa
  • Rimanere sempre in contatto con il vostro target, anche con semplici ricordi o brevi aggiornamenti
  • Fare un piano in dettaglio con largo anticipo tutte le azioni preparatorie che devono essere eseguite prima dell'attuazione

È possibile rivedere 2 dei 3 webinars online, previsti, relativi al progetto CHUMS, i suoi obiettivi ed i risultati ottenuti finora, clicca qui...

Progetto CHUMS, clicc qui...

(Fonte: ELTIS)

L'informazione geografica e il geospatial è l'infrastruttura di base per la crescita delle smart cities, in special modo nelle città storiche.

Newsletter

Sottoscrivi la nostra newsletter. Non perdere alcuna notizia.

Non facciamo spam!

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo