Domenica, 17 Dicembre 2017
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Open data sulla mobilità: se ne parla al convegno dell'associazione OpenGeoData Italia.

I dati sulla mobilità di Bari

Nel programma della Conferenza promossa dall'associazione OpenGeoData Italia che si svolgerà a Roma il prossimo 19 febbraio dal titolo "Dati geografici - l'open data consapevole" è prevista una intera sessione dedicata al tema "Dati open statici e dinamici per l'infomobilità: esperienze, applicazioni, standard, sviluppi software."

Le aree metropolitane e le grandi città offrono sistemi sempre più articolati per la mobilità: bus, metro, tram, treno, bici, auto, taxi. Muoversi in città richiede la conoscenza delle reti di trasporto pubblico e privato, i vincoli di circolazione, gli orari, le possibilità di interscambio dei mezzi, ecc. Grazie allo sviluppo delle tecnologie informatiche, di comunicazione e di localizzazione oggi abbiamo strumenti in grado di aiutare il cittadino a muoversi in città sfruttando le reti di trasporto e le varie possibilità offerte dalle città moderne. Ma alla base di tutto questo ci sono i dati ed, essendo preponderanti le reti di trasporto pubblico, quelli prodotti da enti ed aziende pubbliche. Le applicazioni sono invece spesso create da sviluppatori ed aziende che, con soluzioni innovative e creative, cercano di offrire strumenti sempre più evoluti per muoversi con facilità in città. Per questo motivo i dati sui trasporti, sia quelli statici che quelli dinamici devono essere disponibili in modalità aperta.

Città come Roma, Milano e Bari hanno avviato attività per pubblicare in open queste tipologie di dati e sono così nate immediatamente applicazioni disponibili sul web e smartphone che li utilizzano in vari modi.

Nella sessione si intende affrontare l'argomento analizzando i casi già operativi, le potenzialità , i limiti, gli standard, lo sviluppo di applicazioni, le esigenze di programmazione.

L'argomento verrà introdotto da una keynote di scenario che descriverà l'importanza delle informazioni relative alla mobilità urbana ed extraurbana ed al business value di questi dati per il mercato.
Seguirà la presentazione di case history relative all'utilizzo di dati statici e dinamici per l'infomobilità multimodale.
Successivamente, sarà riservato ampio spazio ad un workshop in cui approfondire gli aspetti più tecnici delle applicazioni illustrate, ed alla quale è chiamato a partecipare chiunque voglia contribuire illustrando best practice nella pubblicazione di opendata per l'infomobilità e nello sviluppo di applicazioni. E' evidente infatti che le diverse esperienze oggi esistenti in ambito nazionale sono caratterizzate da scelte tecnologiche differenti e lontane da ogni standardizzazione che possa agevolare il riuso di applicazioni in contesti differenti.
Obiettivo dell'incontro è quindi favorire il confronto tra esperienze diverse per individuare le modalità migliori per la pubblicazione di dati statici e dinamici dell'infomobilità, ed arrivare a definire delle linee guida da proporre all'Agenzia per l'Italia Digitale perché vengano recepite a livello nazionale.

L'informazione geografica e il geospatial è l'infrastruttura di base per la crescita delle smart cities, in special modo nelle città storiche.

Newsletter

Sottoscrivi la nostra newsletter. Non perdere alcuna notizia.

Non facciamo spam!

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo