Domenica, 17 Dicembre 2017
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Cosa si raccoglie SEMINAndo open data sulla mobilità?

@Planetek

Il percorso per rendere Bari una città smart passa anche dalla scelta del Comune di liberare i dati sul proprio trasporto pubblico locale con licenze che ne permettessero gratuitamente il riuso da parte di terzi. Vediamo come il progetto SEMINA ha agevolato questo processo.

Il progetto SEMINA (Sistemi Evoluti per la Mobilità Intelligente in Network urbani Agili), realizzato per soddisfare le esigenze del Comune di Bari relativamente alla infomobilità e la gestione della mobilità cittadina, nasce nell’ambito dei Living Lab della Regione Puglia.

Planetek Italia è stata la capofila di questo processo, al quale hanno partecipato anche altre realtà aziendali del settore ICT pugliese (come Macnil e Sitael), le istituzioni pubbliche (Comune di Bari, AMTAB e Politecnico di Bari) e un nutrito gruppo di cittadini sensibili al tema della mobilità sostenibile.

Open data della mobilità, 6 App e Bus come sensori del traffico.

In estrema sintesi i risultati del progetto, frutto del lavoro di collaborazione di tutti i partecipanti, si potrebbero sintetizzare nella realizzazione di:

  • Un servizio di infomobilità urbana relativa al livello di traffico lungo le strade cittadine che utilizza i Bus dell’Amtab come sensori in tempo reale.
  • Pubblicazione di questi dati nel portale degli open data della mobilità del Comune di Bari, anch’esso sviluppato nell’ambito del progetto SEMINA, che fornisce informazioni sull’arrivo dei bus di AMTAB alle fermate.
  • Realizzazione di 6 APP per smartphone, tra le quali spicca l’APP InfoSmartCity, sviluppata nell’ambito del progetto SEMINA e premiata allo SMAU.
  • Realizzazione del cruscotto di analisi del servizio TPL, sviluppato per soddisfare le esigenze espresse da AMTAB, che produce indicatori di performance utili ad ottimizzare i tempi di percorrenza delle linee urbane.
  • Infine, un innovativo sistema di telemetria per biciclette, realizzato per applicazioni di bike sharing di ultima generazione.

Per approfondimenti, clicca qui...

(Fonte: Planetek)

Tags:

L'informazione geografica e il geospatial è l'infrastruttura di base per la crescita delle smart cities, in special modo nelle città storiche.

Newsletter

Sottoscrivi la nostra newsletter. Non perdere alcuna notizia.

Non facciamo spam!

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo