Domenica, 17 Dicembre 2017
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Mercato delle Smart City: secondo Markets and Markets sarà oltre mille miliardi di dollari entro il 2019

Secondo il rapporto “Smart Cities Market - Worldwide Market Forecasts and Analysis (2014 - 2019)", edito da MarketsandMarkets, il mercato globale delle città intelligenti è previsto in crescita dai 410 miliardi dollari nel 2014 a 1.100 miliardi di dollari entro il 2019 con un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 22,5%.

Questo include case intelligenti, automazione intelligente delle costruzioni, gestione dell'energia, sanità intelligente, istruzione intelligente, acqua intelligente, trasporto intelligente, sicurezza intelligente, e servizi connessi.

Navigant Research prevede che l'investimento globale cumulativo in tecnologie per le città intelligenti, tra cui smart grid, sistemi di monitoraggio delle acque avanzate, sistemi di gestione dei trasporti e sistemi per l'efficienza energetica degli edifici, potrebbe essere di 174,4 miliardi di dollari nel periodo 2014-2023, con una crescita da 8,8 miliardi dollari l'anno nel 2014 a 27,5 miliardi dollari nel 2023.

La rapida urbanizzazione delle città sta proponendo, a livello globale, sfide infrastrutturali ai governi e alle amministrazioni comunali, con incrementi tali di persone attratte negli ambienti urbani, che ci sarebbe bisogno di più città in cui vivere. Mentre le città crescono e si espandono i loro servizi, la gestione e la governance diventano sempre più complesse. Si impone sempre più fortemente una necessaria trasformazione delle città per affrontare le sfide sociali, economiche, di ingegneria e ambientali.

I temi affrontati nelle analisi di mercato vedono una città più intelligente ed efficiente che comprenda aspetti di trasporto intelligenti, di sicurezza, di gestione dell'energia, di emissioni di CO2, e la sostenibilità è l'opzione ideale per i decisori e le autorità. Le tecnologie intelligenti, che sono i motori del mercato smart city, sono rispettose dell'ambiente, in quanto riducono le emissioni di CO2 e dei costi energetici fornendo facilitazioni operative. Questo tipo di tecnologie è progettato con caratteristiche che possono identificare i problemi in una fase molto precoce, migliorare la sicurezza in generale e in particolare quella delle persone che vivono nelle città.

I mercati analizzati sono sono segmentati in
- Smart homes
- Intelligent building automation
- Energy management system
- Citizen Services
- Smart transportation system
- Security system

Si prevede che lo Smart Transportation system avrà un grande slancio di mercato a causa della forte richiesta di soluzioni dedicate come la gestione del traffico, la gestione del ticketing, il sistema di supervisione integrato, la gestione dei parcheggi e il previsto rinnovato sistema di guida e di informazione dei passeggeri.

Il Nord America è il più grande generatore di entrate per l’intero mercato smart cities. L'analisi della spesa degli Stati Uniti ha anche mostrato che nei governi locali, oltre a più prodotti e servizi IT tradizionali, sono appaltati servizi cloud-based per modernizzare i servizi ai cittadini e ridurre i costi operativi. Un esempio sono i portali online per la riscossione delle imposte e la concessione di licenze commerciali. Questi progetti IT sono solitamente parte di più ampi progetti di modernizzazione in corso all'interno dei servizi, piuttosto che iniziative tecnologiche autonome a livello di città.

Le regioni come APAC (Asia e Pacifico) e MEA (Africa e Medio Oriente) sono il mercato più interessante per i player che operano in questo mercato a causa dei loro elevati investimenti nei progetti di città intelligenti. Ad esempio, il bilancio appena rilasciato dal nuovo governo indiano prevede uno stanziamento per avviare lo sviluppo di 100 Smart Cities. Songdo IDB in Corea e Fujisawa in Giappone sono due Smart Cities già in fase di sviluppo. La Cina ha 36 Smart Cities in sviluppo. Singapore prevede di diventare una Smart Nation entro il 2015. Iskandar è la prima Smart City della Malesia. Il Delhi-Mumbai Industrial Corridor (DMIC) incorpora i concetti di smart city.

La crescita forte in Europa è prevista solo al termine della attuale recessione con lento aumento degli investimenti in infrastrutture per migliorare le strutture pubbliche. Non mancano comunque riprove di una diversa tendenza come quello rivelato in un recente studio condotto da Arup e University College di Londra, Delivering the Smart Cities, ove i ricercatori hanno analizzato i modelli di spesa di otto città del Regno Unito Leicester, Manchester, Leeds, Portsmouth, Sheffield, Liverpool, Bristol e Coventry.
Si tratta di medie città con popolazione tra 200.000 e 760.000 abitanti.
E’ da osservare che questo tipo di analisi è diventato molto più facile a causa del movimento Open Data nel Regno Unito, che ha generato una notevole quantità di dati accessibili sulla spesa pubblica e gli appalti.
Le statistiche hanno infine mostrato che le otto città utilizzavano in media il 6% della spesa totale per le tecnologie dell'informazione (IT). Una media di £ 23.000.000 all'anno in IT. Quattro delle otto con valori tra l'8 e il 10% del loro budget. Per confrontare questi valori si può verificare che questi governi della città stanno spendendo per l'IT più di molte industrie ed è paragonabile a quella per il settore bancario e dei servizi finanziari, che spende in media l'8% delle spese di funzionamento in IT.

Altre ricerche mostrano inoltre che i governi della città a livello globale stanno spendendo una parte significativa dei loro bilanci in IT. Gartner ha analizzato i modelli di spesa IT di 99 enti locali in 80 paesi negli Stati Uniti e ha scoperto che che l'IT ha rappresentato il 3,8% dei loro costi operativi totali. Negli Usa i governi locali, tra cui 3.200 contee e 19.000 città, hanno speso circa 34 miliardi dollari in beni e servizi IT tradizionali nel 2013.

Secondo Gartner i governi nazionali e regionali in Medio Oriente e in Nord Africa spenderanno 12,2 miliardi dollari su prodotti e servizi IT nel 2014, in crescita del 1,3% dal 2013. Questo include servizi interni, software, servizi IT, data center, dispositivi e servizi di telecomunicazione. L'Arabia Saudita sta investendo in diverse iniziative digitali del governo tra cui la Economic City (KAEC) del il re Abdullah. Gli Emirati Arabi Uniti (EAU) hanno in programma più città intelligenti.


I principali attori di questo mercato delle Smart Cities sono IBM, Alcatel-Lucent, Accenture, ABB, Cisco, Cubic, Honeywell, Intel, Siemens e Oracle.

La base per la costruzione di qualsiasi processo di città intelligente dovrà poggiarsi su solide basi geomatiche.

L'informazione geografica e il geospatial è l'infrastruttura di base per la crescita delle smart cities, in special modo nelle città storiche.

Newsletter

Sottoscrivi la nostra newsletter. Non perdere alcuna notizia.

Non facciamo spam!

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo