Venerdì, 28 Aprile 2017
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Gli occhiali che diventano sempre più intelligenti ma come usarli?

Persone 2.0

L’introduzione dei dispositivi Indossabili in diversi settori lavorativi è stata diretta verso gli Occhiali Intelligenti o Smart Glasses, soprattutto per la facile applicazione in tutte quelle attività dove si ha la necessità di avere le mani libere.  

Secondo diversi analisti di mercato, il solo utilizzo degli  smart glasses per la visualizzazione di linee guida, l’inoltro di immagini e/o video ed  il supporto da remoto, aiuterebbe le aziende a risparmiare nel medio  termine circa un miliardo di dollari all’anno, nell’arco dei tre anni (fonte: Deloitte 2014 – “Tecnology,  Media & Telecommunication predictions”); tuttavia, l’inserimento degli smart glasses nella vita quotidiana potrebbe essere frenato da alcune problematiche, ad esempio il divieto da parte di alcuni paesi europei di usarli in determinati contesti o l’elevato costo rispetto agli smartphone che comunque offrono le  stesse funzionalità.  

Il mercato delle soluzioni tecnologiche relativo agli indossabili è guidato soprattutto da soluzioni pratiche per l'assistenza sanitaria, da indossabili di consumo ed applicazioni militari.  Nello specifico, il mercato è segmentato in dispositivi indossabili per il lato consumer, dispositivi indossabili per le aziende, dispositivi indossabili in ambito salute ed in ambito militare.
Tra questi segmenti, quelli in cui si ha un maggior impatto economico sono il fitness, il wellness ed infine, l’healthcare; questo aspetto, si riscontra anche nei dati di mercato che mostrano come le applicazioni di tipo health e fitness abbinate ai dispositivi indossabili, stanno maggiormente crescendo.
In risposta al titolo del articolo proposto, di seguito, si riportano alcuni esempi di come questi occhiali intelligenti possono essere applicati, in quali cotesti e per quali attività.

All’interno di Expo2015, una nota marca di caffè ha scelto di introdurre gli occhiali intelligenti uniti alla realtà aumentata per proporre al pubblico un nuovo modo di raccontare la lunga storia del caffè (la visita si chiama Cluster Caffè), con filmati, sequenza di immagini e molta informazioni; questo esempio è un nuovo modo di fare comunicazione al pubblico. Un secondo esempio è l’utilizzo degli occhiali intelligenti sempre con realtà aumentata per andare ad agevolare il restauro di due sarcofagi egizi appartenenti alla collezione dei Musées Royaux d’Art et d’Histoire di Bruxelles; questi reperti sono stati trasportati per il restauro nella sede dell’Istituto Europeo del Restauro, Castello Aragonese di Ischia, dove grazie alle competenze e l’esperienza di un equipe internazionale unita all’uso degli occhiali sarà più semplice limitare le possibilità di errore durante la fase della pulitura del reperto diminuendo così la complessità dell’azione.     

Chissà cosa faranno e come si useranno i futuri occhiali intelligenti? Creatività, fantasia e lungimiranza, un mix per iniziare a pensare…..

L'informazione geografica e il geospatial è l'infrastruttura di base per la crescita delle smart cities, in special modo nelle città storiche.

Newsletter

Sottoscrivi la nostra newsletter. Non perdere alcuna notizia.

Non facciamo spam!

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo