Sabato, 21 Ottobre 2017
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Quattro regioni italiane sono tra i finalisti ai RegioStars Awards edizione 2016

#RegioStars Awards 2016

Sono stati scelti dalla giuria, RegioStars Awards 2016, i 23 progetti regionali europei finalisti, più ispiratori e più innovativi sostenuti dai Fondi dell'UE per la politica di coesione.

Su 104 concorrenti, una giuria indipendente RegioStars presieduta dall'eurodeputato Lambert Van Nistelrooij ha selezionato 23 finalisti in base a quattro criteri chiave: innovazione, impatto, sostenibilità e partenariati.

I 23 finalisti prescelti provengono da regioni e città di 14 Stati membri: Austria, Belgio, Croazia, Danimarca, Germania, Irlanda, Italia, Lituania, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Spagna, Svezia e Regno Unito.

Sono cinque le categorie individuate:

Cat. 1 Crescita intelligente: opportunità emergenti nell'economia globale;

Cat. 2 Crescita sostenibile: economia circolare;

Cat. 3 Crescita inclusiva: vivere integrati - Costruire comunità inclusive;

Cat. 4 CityStar: soluzioni innovative per lo sviluppo urbano sostenibile;

Cat. 5 Gestione efficace: fare la differenza gestendo in modo diverso.

I vincitori saranno proclamati a Bruxelles martedì 11 ottobre, nel corso della cerimonia di premiazione RegioStars.

Di seguito una breve descrizione dei progetti italiani.

- In cat. 1 Crescita intelligente: opportunità emergenti nell'economia globale:

Progetto "Mapping Basilicata" (Basilicata, Italy - European Regional Development Fund)

Nello specifico mirato al concetto di cluster regionale e alle piccole e medie imprese, il progetto "Mapping Basilicata" è volto a rivitalizzare settori tradizionali dell'economia della regione Basilicata (cibo, mobili e industrie della moda). Gli obiettivi principali sono stati quelli di rafforzare la presenza di piccole e medie imprese locali sui mercati internazionali, innovando i processi produttivi e la modernizzazione l'immagine di questi settori industriali. Il progetto ha sviluppato strumenti ed attività specifiche per stimolare nuove combinazioni tra i settori e le tecnologie esistenti, sfruttando il design e la creatività, creaziondo reti internazionali.

Più di 20 eventi sono stati organizzati in 5 paesi europei; sono stati lanciati e registrato 3 marchi collegati alla regione; e più di 200 prodotti immessi sul mercato estero, che collega le piccole e medie imprese ad una rete consolidata di business internazionale, generando un fatturato previsto di 3 milioni di euro.

Website

- In cat. 3 Crescita inclusiva: vivere integrati - Costruire comunità inclusive:

Progetto "Diversity for Kids (INTERREG, Tirol / Alto Adige / Trentino, Austria and Italy - European Regional Development Fund)"

Un numero crescente di aule tedesche e italiane sono costituiti da studenti di diverse nazionalità e di minoranze culturali. È stato sviluppato un progetto transfrontaliero tra Tirolo in Austria e Alto Adige e Trentino in Italia, che si chiama "Diversity4kids" e si basa su attività ricreative per bambini e giovani (dagli 8 ai 14) per stimolare l'apertura interculturale e conoscere le differenze culturali in modo divertente.

Attraverso esercizi di ruolo, rappresentazioni teatrali e narrazione, il concetto di solidarietà e la tolleranza nella diversità viene convogliata in modo interattivo. Intorno a 1800 è il numero di bambini mentre 100 sono gli  insegnanti che hanno partecipato a 100 eventi in tutta l'area transfrontaliera. Opuscoli speciali, CD e un innovativo "play-box" sono stati sviluppati e inviati a circa 300 scuole, biblioteche ed altre organizzazioni interessate. Non solo il progetto ha avuto grandi risultati in termini di miglioramento della vita scolastica in classe, ma ha anche molto aiutato ad aumentare le competenze degli insegnanti nell'affrontare le questioni interculturali e la promozione del dialogo interculturale, di non discriminazione in un contesto scolastico.

Website

- In cat. 5 Gestione efficace: fare la differenza gestendo in modo diverso:

Progetto "European Social Sound" (Umbria, Italy - European Social Fund)

European Sound sociale (ESS) è stato un progetto di comunicazione innovativo, volto a comunicare le politiche dell'UE a un pubblico meno specializzato e più giovane. Il progetto consisteva in un concorso di 4 parti per band musicali emergenti, che comprende tre fasi di qualificazione e un concerto finale. Le performance musicali alternate a momenti informativi, vivaci ed interattivi sull'Europa e sul programma del Fondo sociale europeo per l'Umbria. L'informazione è stata presentata in modo dinamico ed efficace, semplificata per l'occasione, contestualizzata e spiegata con le precise opportunità che i finanziamenti UE rappresenta per i suoi cittadini. L'informazione è stata supportata da immagini, video-testimonianze, esempi, quiz ed è stata presentata in una modalità di narrazione, mettendo in evidenza le buone pratiche in investimenti dell'UE.

Gli eventi sono stati considerati un grande successo. Non solo hanno permesso all'Amministrazione Regionale di entrare in contatto con un pubblico più giovane di destinazione (58% dei 3000 partecipanti erano tra i 15 ei 29 anni), ma anche il fatto che l'89% dei partecipanti è stato soddisfatto dell'iniziativa e l'81% dei partecipanti, ha capito le questioni istituzionali che sono state discusse.

Website

Progetto "Open Innovation Platform in RIS3 Context" (Lombardia, Italy - European Regional Development Fund)

La regione Lombardia ospita oltre il 15% del numero totale delle imprese italiane e molti importanti istituti di ricerca e sviluppo. Il progetto "Open Innovation Platform in RIS3 Context" ha creato una piattaforma d'innovazione aperta regionale - uno strumento di collaborazione che favorisce e sostiene lo sviluppo di ecosistemi di innovazione aperti. La piattaforma riunisce un grande rappresentanza delle parti interessate regionali in termini d'innovazione ed è uno strumento di dialogo tra gli attori economici pubblici - privati ​​ed istituti di ricerca, basata su 8 temi strategici (aerospaziale, agroalimentare, l'eco-industria, industrie creative e culturali, settore sanitario, avanzati la produzione, la mobilità sostenibile, le comunità intelligenti). A partire dal marzo 2016 (14 mesi dal lancio ufficiale della piattaforma), oltre 3200 utenti si sono registrati sulla piattaforma, con l'obiettivo di raggiungere un totale di 5000. Inoltre, sono stati proposti un numero complessivo di 222 idee progettuali, che ha ricevuto un totale di 435 manifestazioni di interesse. Quasi 50 incontri di promozione hanno avuto luogo con un eterogeneo pubblico (università, istituti di ricerca, organismi intermedi, associazioni imprenditoriali, imprese), e sono stati anche organizzati diversi incontri ad hoc con esperti.

Website

Per approfondimenti, clicca qui...

(Fonte: Europa)

L'informazione geografica e il geospatial è l'infrastruttura di base per la crescita delle smart cities, in special modo nelle città storiche.

Newsletter

Sottoscrivi la nostra newsletter. Non perdere alcuna notizia.

Non facciamo spam!

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo