Giovedì, 29 Giugno 2017
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Un charging point sicuro ed innovativo per gli spazi pubblici

Pradella Sistemi

L’azienda Pradella Sistemi Srl è stata fondata nel giugno 2015 da due professionisti altamente qualificati e fratelli nella vita che vantano un’esperienza decennale nei settori IT e networking, web e graphic design.

Grazie al forte know-how aziendale e allo studio attento del mercato di riferimento, Pradella Sistemi ha ideato e realizzato PILA - il ricaricatore universale per dispositivi USB. La soluzione proposta da Pradella Sistemi può essere installata in diversi ambiti, come porti, aeroporti, fiere, stazioni, etc.., andando così a creare un charging point dalle caratteristiche rivoluzionarie.

Furio Pradella, nella descrizione che ci ha fatto della soluzione “Pila”, avete citato una parola molto “di moda”, ovvero la “sicurezza”; in questi tempi a rischio terrorismo o di diffusione di tanti oggetti connessi, vedasi l’Internet of Things, come avete considerato la sicurezza in questo prodotto?   
“Per noi la sicurezza della Pila è stata analizzata e sviluppata in diversi punti, con una struttura indeformabile, un’ottima stabilità per luoghi affollati, con un’alimentazione che eroga energia a basso voltaggio con tensioni di 5,12 e 24 Volts, con la presenza di sole porte usb e/o induttori di ricarica riducendo anche i costi di manutenzione, con l’assenza di sportelli per evitare che si possano lasciare oggetti incustoditi come cellulari, potenziali inneschi, etc.. . Consideri che le nostre Pile sono state installate in diversi luoghi dove è importante mantenere alta la sicurezza,  come l'aeroporto internazionale G.Galilei di PISA,  il porto Livorno 2000 terminal crociere e biglietteria traghetti,  le autorità portuali di Piombino ed Elba, l'autorità portuale di Ancona e in tre fiere. Oggi abbiamo una pedonalità certificata di 10.500.000 passeggeri / anno che possono utilizzare gratuitamente i nostri ricaricatori."

Furio Pradella, abbiamo visto che avete anche una versione della Pila che avrà la caratteristica di contenere un defibrillatore; ci può dare qualche dettaglio in più?  
“Andando ad approfondire l'argomento ci siamo accorti che il defibrillatore possiede alcuni limiti di utilizzo che sono soprattutto legati alle condizioni climatiche di conservazione, in particolare l'umidità, ma anche la temperatura perché sotto lo zero e sopra i cinquanta gradi centigradi la maggior parte delle macchine entra in protezione e si corre il rischio che diventino inutilizzabili. Questo preclude una conservazione ottimale in zone accessibili al pubblico. Da questa osservazione, abbiamo iniziato a lavorare su un’apposita teca, che è stata già brevettata da noi, che potesse garantire una conservazione in ogni condizione climatica, progettata in acciaio inox a tenuta stagna, corredata di un sistema di termo-statazione a celle di peltier e di un particolare sistema per la regolazione dell'umidità relativa e assoluta all'interno della teca stessa, che prende il nome di Tecatech.”

Bene ringraziamo i due soci fondatori, Furio e Ciro Pradella, ideatori di PILA, uno strumento che si rende facilmente fruibile dagli utilizzatori finali. La Pila è attualmente prodotta in quattro versioni ed è completamente personalizzabile in termini di finiture superficiali (verniciature), comunicazione e grafica.

Ricordiamo ai nostri lettori che durante il Forum TechnologyforAll, la PILA di Pradella Sistemi sarà accessibile gratuitamente a tutti i partecipanti (iscriviti al Forum) sia durante il Workshop in campo presso l'Appia Antica che nelle due giornate di Conferenza alla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma.

L'informazione geografica e il geospatial è l'infrastruttura di base per la crescita delle smart cities, in special modo nelle città storiche.

Newsletter

Sottoscrivi la nostra newsletter. Non perdere alcuna notizia.

Non facciamo spam!

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo