Mercoledì, 23 Agosto 2017
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Le tecnologie future internet all'evento internazionale "Visions on Internet of Cultural Things and Applications"

#VICTA2016

Il terzo Workshop internazionale "Visions on Internet of Cultural Things and Applications" (VICTA) si terrà in concomitanza con la dodicesima conferenza internazionale, "Signal Image Technology & Internet Based SYSTEMS (SITIS) 2016,  in programma a Napoli dal 27 Novembre al 1 Dicembre 2016.

L'adozione della tecnologia Future Internet (FI) ed in particolare le sue compenenti più stimolanti come l'Internet of Things (IoT) e l'Internet dei Servizi (IOS), può costituire gli elementi di base per progredire verso piattaforme ICT unificate per una varietà di applicazioni all'interno del grande campo delle città intelligenti.

La  combinazione di Internet e delle tecnologie emergenti come la near-field e le comunicazioni BLE, la localizzazione in tempo reale e i sensori incorporati permette di trasformare oggetti di uso quotidiano in oggetti intelligenti che possono comprendere e reagire con il proprio ambiente.

Negli ultimi anni il settore beni culturali si è rivelato essere uno dei campi più adatti in cui tali risultati possono essere proficuamente sfruttati, dal momento che caratterizza un settore in cui diversi aspetti devono essere considerati allo stesso tempo. In linea con la tradizione della Conferenza SITIS di promuovere la ricerca interdisciplinare, il workshop internazionale Visions on Internet of Cultural Things and Applications, VICTA '16, si propone di essere una proficua giornata di lavoro informale per discutere di temi caldi insieme all'Internet of Things e delle sue applicazioni all'interno della Smart City e del campo dei Beni culturali.

Questa terza edizione sarà organizzata da DATABENC, il Distretto ad alta tecnologia per i Beni Culturali della regione Campania, Italia.
Gli autori sono invitati a presentare articoli teorici ed applicativi sulla propria ricerca nei seguenti argomenti.

- Internet of Things
- Soluzionioni innovative ICT con ambienti culturali (es. musei, mostre, etc.)
- Smart Object e Smart Environment
- Soluzioni Smart City
- Classificazione della conoscenza e rappresentazione semantica in ambienti culturali
- Piattaforme e sensori incorporati
- Sistemi multimediali, applicazioni e servizi per i  Beni Culturali
- Raccomandazioni multimediali e tecniche di profilazione degli utenti
- I media 3D interattivi e ambienti immersivi
- I dati nei social network
- Data mining analytics applicato alle Smart City
- Raccolta e gestione dei dati
- Semantic-Web data
- Big Data in applicazioni dei beni culturali
- User studies, come ad esempio le applicazioni per musei e siti, interfacce umane, l'interazione e l'usabilità
- e-Learning: Strumenti per l'istruzione, la documentazione e la Formazione in Beni Culturali

Date importanti

Scadenza sottomissione contributi: 6 Settembre 2016
Notifica di accettazione/Rifiuto: 7 Ottobre 2016
Camera-ready: 20 Ottobre 2016

(Fonte: Archeomatica)

L'informazione geografica e il geospatial è l'infrastruttura di base per la crescita delle smart cities, in special modo nelle città storiche.

Newsletter

Sottoscrivi la nostra newsletter. Non perdere alcuna notizia.

Non facciamo spam!

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo