Lunedì, 20 Febbraio 2017
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

ULTIME NEWS

GEOSPATIAL E SMART CITY

I capisaldi del ‘Patto d’azione’ per Matera Smart City 2019, siglato a Roma fra il Presidente dell’ENEA Federico Testa e il Sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri,  riguardano la salvaguardia dei beni culturali, la smart agriculture, lo sviluppo del turismo, della mobilità sostenibile, delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica.   

“L’ENEA metterà a disposizione del Comune competenze e soluzioni tecnico-scientifiche avanzate per lo sviluppo di progetti pilota, il trasferimento di conoscenze alle imprese e ai privati e il supporto all’attivazione di start up” –ha sottolineato il Presidente Testa. “L’obiettivo –ha aggiunto- è anche di sperimentare progetti innovativi di integrazione fra tecnologie green, efficienza energetica, fonti rinnovabili con ICT e piattaforme ‘smart’ di ultima generazione per soddisfare i fabbisogni della città e ridurre costi e sprechi”.

Rilevamento e acquisizione di dati attraverso sensori sempre più sofisticati e precisi, accesso e utilizzo di basi di dati sempre più complesse e ricche, accresciuta capacità di analisi, elaborazione e fruizione dei dati attraverso servizi sempre più innovativi, uso di Internet. Sono queste le principali direttrici lungo le quali sta rapidamente evolvendo il settore delle tecnologie applicate ai beni culturali.

Un approccio piuttosto critico va a quelle Smart Cities che, nell’accezione di contesti urbani, diventano intelligenti grazie ad uno strato tecnologico di app e di sensori, nei casi in cui venga poco integrato con altre iniziative e politiche di pianificazione urbana o economica, o realizzato ‘a spot’ e senza un vero e proprio progetto di manutenzione e sviluppo. Una delle nostre riserve si è diretta verso sistemi fortemente centralizzati di gestione degli aspetti più tecnologici di una ‘Smart City’, spesso venduti da parte di un fornitore di hardware e software in pacchetti ‘pronto all’uso’ in una formula che ha la presunzione di andar bene per ogni contesto, e spesso con un’impostazione da ‘grande fratello’ che tutto controlla sulla città.

Studio Valle, Franco Purini. Winner of Piranesi Prix de Rome 2016 XIV Edition, competition for via dei Fori Imperiali in Rome.

L'informazione geografica e il geospatial è l'infrastruttura di base per la crescita delle smart cities, in special modo nelle città storiche.

Newsletter

Sottoscrivi la nostra newsletter. Non perdere alcuna notizia.

Non facciamo spam!

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo